Il progetto

Il Progetto integrato per il Patrimonio Culturale Immateriale e la Diversità Culturale PACI si fonda sulla Convenzione Unesco per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale (Parigi, 2003) e sulla Convenzione Unesco sulla protezione e promozione delle espressioni della diversità culturale (Parigi, 2005), ratificate dall’Italia nel 2007. È coordinato dall’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione (ICCD) e condiviso dall’Istituto Centrale per i Beni Sonori ed Audiovisivi (ICBSA) e dall’Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia (IDEA).

Obiettivo del progetto è quello di contribuire a incrementare la conoscenza del patrimonio culturale immateriale italiano attraverso attività di ricognizione e di recupero di catalogazioni pregresse e attività di nuova catalogazione sul campo, allo scopo di realizzare una base di dati volta a implementare e integrare le documentazioni catalografiche e multimediali dei tre Istituti Centrali relativamente ai territori regionali italiani.

L’attività di ricognizione, rilevamento, documentazione, trattamento dei dati e compilazione delle schede è stata affidata ad etno-antropologi professionali, che hanno utilizzato una versione ridotta della scheda BDI - Beni demoetnoantropologici immateriali - dell’ICCD.

Nel sito sono pubblicate tutte le schede e le documentazioni multimediali prodotte con il progetto, organizzate geograficamente e scaricabili. Su tutti i materiali è possibile effettuare diversi tipi di ricerche per poter accedere ai dati secondo percorsi differenziati.

Si segnala che, in base alla normativa della scheda BDI, i modi di dire locali sono indicati nella forma #modo di dire locale#.

ICCDICBSAIDEA

Sviluppo del progetto